Un’isola non solo da circumnavigare per 24 ore ma da vivere a 360° con la possibilità di apprezzarla tutto l’anno. Una terra rigogliosa dalla natura vulcanica,di cui ancora oggi le acque termali sono uno straordinario viatico di benessere. Storia, archeologia, architetture, sentieri nel verde, spiagge, tradizioni e culture: tutto questo è Ischia. Primo approdo nel processo di ellenizzazione della Magna Grecia, di cui nel Museo di villa Arbusto a Lacco Ameno, eccezionali reperti  documentano la prima colonia nell’VIII sec. a. C. come un  crocevia di importantissimi traffici commerciali con tutto il bacino del Mediterraneo.

Durante il dominio di Roma, sebbene la natura vulcanica dell’isola si manifestò nella sua piena attività, ancora oggi strutture termali di origine romana, come Nitrodi e Cavascura, testimoniano le proprietà terapeutiche e curative delle acque. Nella baia di Cartaromana invece recenti scoperte subacque stanno restituendo parte di un interessantissimo insediamento.

 Emblema di tutta l’isola è il castello aragonese vera e propria roccaforte costruita su un isolotto e collegato all’insula maior da un ponte di pietra. Le mura, le gallerie con i piombatoi, le carceri, le chiese, rievocano le diverse dominazioni da quella angioina, passando per i fasti rinascimentali fino al periodo borbonico.

Sul versante occidentale, là dove il sole sul far del tramonto si ricongiunge col mare, imponenti strutture cilindriche o quadrate dominano il paesaggio del comune di Forio: sono le torri saracene, baluardi difensivi costruiti dal popolo contro le incursioni dell’impero ottomano. Fra tutti svetta il Torrione simbolo della Forio turrita che oltre ad ricordare le epoche passate, oggi ospita la collezione dell’artista Giovanni Maltese. Strade tortuose, case colorate, chiese antichissime sono state da sempre attrazione per pittori, artisti, musicisti. Terra dalla bellezza a tratti delicati a tratti selvaggia, qui, in località Zaro, il compositore William Walton con sua moglie Susana costruirono il loro rifugio “la Mortella”  divenuto oggi uno dei più bei giardini botanici esistenti.

Per gli amanti delle passeggiate, sentieri che si inerpicano nelle colline con filari di vitigni degradanti verso il mare, ci fanno dimenticare il paesaggio urbano conducendoci  in meravigliosi boschi ed alture.

Questo è solo un piccolo assaggio di quello che si può scoprire, per apprezzare maggiormente Ischia, non resta che venire, vi aspettiamo.

a cura di  Stefania Napoleone